Tel +39 348 2564748
Via Lussari 18/D
33018 Camporosso di Tarvisio (UD)

Malborghetto Valbruna: cosa fare e cosa visitare – Seconda parte

Abbiamo già dedicato un articolo alle cose da fare e da visitare a Malborghetto Valbruna, ma poiché siamo un B&B a Tarvisio attento a mettere in evidenza tutte le possibilità offerte da questo territorio, ecco un secondo episodio sempre dedicato a Malborghetto.

Il “Sentiero degli Alberi di Risonanza” (o come citano i numerosi cartelliil “Forest Sound Track”) è un sentiero di recente apertura che parte daValbruna e si addentra nei boschi del tarvisianp. Deve il suo nome al fatto di essere costeggiato in tutta la sua lunghezza da abeti rossi, alberi che da sempre vengono utilizzati per la realizzazione delle casse di risonanza degli strumenti musicali.

Il sentiero è facile da percorre e con un tragitto di circa 5.5 km, consente di raggiungere le pareti del monte Nabois Piccolo.

Per chi volesse accorciare ulteriormente la percorrenza del sentiero come accessi alternativi al sentiero, si segnalano quelli in corrispondenza al parcheggio della Saisera Hütte, all’agriturismo Prati Oitzinger ed alla trattoria Jôf di Montasio, che noi consigliamo anche per una piacevole sosta enogastronomica dopo aver fatto questa bella passeggiata.

Parco Tematico della Grande Guerra Abschnitt-Saisera. Si tratta di un museo a cielo aperto inaugurato nel 2012 all’interno della Val Saisera e che costituisce una delle principali attrazioni relative alla Grande Guerra della Zona.

Visitando questo parco si possono osservare i resti di una delle due linee difensive che gli eserciti austro-ungarici costruirono nella zona per arginare un’eventuale invasione delle truppe italiane- La linea in questione si chiama “Vordere Saisera”.

Questo ci fa tornare in mente che questi territori un tempo facessero parte dell’Impero Asburgico.

All’interno del parco si possono trovare tre percorsi, attraversabili in un solo intinerario o in alternativa seperatamente a seconda del proprio grado di preparazione fisica. Lungo questi percorsi (segnalati coma CAI) tutti i resti e le testimonianze sono illustrate da un apposita cartellonistica.